giovedì 29 agosto 2013

Burqa di carne



Ho scoperto che esiste un premio che si chiama miss Chirurgia Estetica. Si è appena conclusa la quinta edizione a Bellaria-Igea Marina. Tra le sezioni del premio ci sono: Miss Mastoplastica Addittiva, Miss Glutei Rifatti, Misssonorifattapraticamente Tutta.

Non mi interessa riportare i nomi delle vincitrici, quanto piuttosto riflettere sul senso di questa iniziativa e sull'abitudine sempre più diffusa tra le donne di andare dal chirurgo estetico.
 
Perchè dobbiamo farlo? Perchè dobbiamo intervenire sul nostro corpo con la chirurgia estetica? 
Accettiamoci, amiamoci, così come siamo. La cultura occidentale che ci vuole bambole omologate e perfette, tende a manipolare i nostri corpi e a nasconderne la vera fisionomia esattamente come il burqa nei paesi musulmani.
Eppure il nostro corpo e le nostre facce parlano di noi, portano con loro traccia della nostra vita, delle nostre difficoltà, delle nostre gioie e delle nostre sofferenze, perchè cancellare tutto?

Come avevo già scritto qualche anno fa in relazione agli interventi di chirurgia estetica sul viso,  questi volti tirati e modificati dalla chirurgia estetica ormai non riescono a mostrare più niente che appartenga all’anima della donna che vi sta dietro. Più di 40 muscoli della nostra faccia danno origine a ben 10000 espressioni facciali: 10000 sfumature dei nostri pensieri e delle nostre sensazioni.  Ma una faccia rifatta e “contraffatta” perde questa possibilità.

Riporto a una riflessione di Lorella Zanardo dal suo libro Il corpo delle donne:
"Sono a un funerale. La moglie del defunto è affranta. Piange, i figli la sorreggono. La conosco da anni, il marito era un uomo buono e gentile e lei soffre terribilmente. Ma la sua faccia è una gabbia. Dolore, smarrimento, paura della solitudine lottano dentro di lei, e il volto immobile, pietrificato di una chirurgia impietosa, imprigiona tutto quanto. E un burqa di carne, una maschera definitiva che incencrenisce i sentimenti all'interno del corpo, impedendone l'espressione".  (Il corpo delle donne, Lorellza Zanardo, Feltrinelli, pag. 83.) 

1 commento:

Over-anta ha detto...

mamma mia come hai ragione!!!!!